Passa ai contenuti principali

Gilmore girls, a year in the life

Dopo il ripassone qui invece parliamo del revival Gilmore girls - A year in the life (in italiano Una mamma per amica - Di nuovo insieme.)
Premessa: spoiler.


Inverno
Tornare a Stars Hollow è un po’ come fare visita alla zia stramba a cui si vuole molto bene. Ma prima di tornarci metterete pausa a meno di un minuto per cercare la seguente battuta di Rori “Hai fatto la troia?”
Ritroviamo Rori e Lorelai, la prima reduce da una trasferta londinese e l’altra sempre impegnata con la sua locanda, il Dragonfly e finalmente sposata con Luke. Tra le cose importanti: Lorelai guida ancora la stessa jeep, Rori dice di voler andare dove ci sono storie da raccontare, anche a Stars Hollow sono arrivati i selfie, i programmi registrati da Lorelai Luna di miele mortale o Cotta assassina, Paris è la Pablo Escobar della fertilità e Luke si rifiuta di dare la password del wifi. Richard Gilmore è morto, l'attore Edward Hermann è morto qualche anno fa.

Primavera
Sbocciano i fiori e compare anche il signor Kim, il padre di Lane. Dov’era le scorse sette stagioni non ci è dato saperlo. Sookie continua a latitare. Rori va a letto con uno Wookie. E ammettiamolo vedere la brillante Rori precaria e tornare a casa dalla mamma ci ha fatto tirare un sospiro di sollievo. Sarà difficile non desiderare una t-shirt con la scritta “a film by kirk”. 

Estate
Rori è di nuovo a Stars Hollow ma la gang dei trentenni non l’avrà. C’è un musical osceno, ma così tanto da restare ipnotizzati. Fa la sua apparizione Jess Mariano che tutti stavate aspettando (io un po’ meno) e probabilmente fa il consulente del lavoro perché risolve i dubbi lavorativi di Rori in un nanosecondo. 

Autunno
Emily vince tutto. Finalmente si evolve in quella che avremmo sempre voluto: manda a quel paese le figlie della rivoluzione e se ne va a vivere al mare. Tutto con molta nonchalance. L’episodio si chiude sullo stesso portico con cui era iniziato il revival e io alle ultime quattro parole ho pensato speriamo non c’entri nulla il wookie. E alla fine la vera domanda è: chi è Paul?




  “Al cerchio della vita.”

Post popolari in questo blog

Thirteen reasons why

Bullet journal - l'agenda fai da te

“Devo controllare l’agenda” è una delle mie battute preferite, a pari merito con “insegua quella macchina!”
Ma non ne ho mai avuta una e ammettiamolo neanche la seria necessità. Dopo aver ricevuto in regalo le moleskine di Harry Potter ho pensato di utilizzarne una per creare un bullet journal. Su youtube si trovano decine di video dedicati al bullet journal, uno più creativo dell’altro. Belli, sì, ma io non ho la pazienza e anche il talento per disegnare scarseggia. Ma non è indispensabile alcuna dote artistica particolare.  Partiamo dalle basi.

Dove mangiare a Valencia e i souvenir